Spazio, fallito il lancio di Vega con due satelliti a bordo

Lcp
·1 minuto per la lettura

Roma, 17 nov. (askanews) - La missione VV17 del Vega è fallita a pochi minuti dal lancio previsto alle 2.52 ora italiana dalla base di Kourou in Guyana francese. Il lanciatore europeo sviluppato e costruito in Italia da Avio trasportava due satelliti, Seosat-Ingenio per l'Agenzia spaziale europea (ESA) e la Spagna, e Taranis per l'agenzia spaziale francese CNES. "Questa notte - spiega Avio in una nota - durante la missione Vega VV17 che trasportava i satelliti SEOSAT-Ingenio e Taranis a circa 8 minuti dal decollo, dopo il completamento nominale della propulsione del primo, secondo e terzo stadio e la prima accensione del motore del quarto stadio, si è verificata un'anomalia che ha provocato una deviazione della traiettoria del lanciatore con la conseguente conclusione prematura della missione. Sono in corso analisi dei dati per chiarire le ragioni di quanto accaduto". Arianespace, che opera i lanci per l'Esa, ha annunciato per oggi alle 14 una conferenza stampa. Per Vega si tratta del secondo insuccesso dopo l'incidente del volo VV15 dell'11 luglio 2019 quando, a circa due minuti dal decollo, si verificò un'anomalia - poi individuata in un problema termo-strutturale nella parte anteriore del motore Zefiro (Z23) - che portò alla conclusione prematura della missione. Dopo l'incidente del 2019, Vega è tornato sulla rampa quest'anno con la missione VV16 - più volte rimandata prima per l'emergenza legata alla pandemia e poi per condizioni meteo avverse - conclusa con successo il 3 settembre scorso e che ha segnato il debutto del dispenser SSMS (Small Spacecraft Mission Service) che ha consentito di mettere in orbita 53 tra micro e nano satelliti.