Spazio, Fraccaro: rinvio ExoMars occasione per rafforzare programma

Gal

Roma, 12 mar. (askanews) - "ExoMars rappresenta una delle sfide più importanti nel campo spaziale che vede impegnate l'Esa, l'Agenzia spaziale russa e l'Italia come Paese guida del programma. L'annuncio del rinvio del lancio al 2022 a causa dei ritardi da parte russa, già ipotizzato nei mesi scorsi, è una battuta d'arresto che però non inficia il progetto. ExoMars andrà avanti e i prossimi due anni saranno utili per mettere a punto tutti i dettagli e lavorare al rafforzamento del programma". Lo dichiara Riccardo Fraccaro, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega alle politiche spaziali.

"Siamo fieri che l'Italia detenga la leadership di una missione con enormi ricadute in ambito scientifico. La nostra industria - aggiunge - sta fornendo un contributo decisivo per il successo di ExoMars supportando sia l'Esa che Roscomos, e questo dimostra ancora una volta il livello di eccellenza del nostro comparto nazionale. L'Italia ha quindi garantito in pieno tutte le attività di propria competenza ma, poiché i ritardi da parte della Russia non consentono di poter avviare la missione in piena sicurezza, ExoMars sarà posticipato al 2022. Un programma così complesso richiede inevitabilmente la capacità di riprogrammare le tappe ma resta senza dubbio di fondamentale importanza per l'Europa e non solo. Esplorare il pianeta rosso è un traguardo ambizioso che aprirà nuovi scenari per gli studi sul clima e sull'evoluzione della vita, anche della Terra. L'appuntamento è solo rimandato", conclude Fraccaro.