Spazio, la Russia lascerà la ISS dopo il 2024

featured 1633289
featured 1633289

Roma, 26 lug. (askanews) – La Russia smetterà di operare nella Stazione Spaziale Internazionale (ISS) “dopo il 2024”. L’annuncio è arrivato dal capo dell’Agenzia spaziale russa (Roscosmos), Yuri Borisov. “Senza dubbio adempiremo a tutti i nostri obblighi nei confronti dei nostri partner – ha dichiarato durante un incontro televisivo con il presidente russo Vladimir Putin – ma la decisione di lasciare questa stazione dopo il 2024 è stata presa”.

Borisov ha spiegato che Mosca inizierà a mettere insieme una stazione orbitale russa. “L’industria spaziale si trova in una situazione difficile e il mio obiettivo principale, insieme ai miei colleghi, è quello di non abbassare la cresta ma di alzarla e, prima di tutto, di fornire all’economia russa i servizi spaziali necessari”.

Russia e Stati Uniti hanno lavorato fianco a fianco sulla ISS, in orbita dal 1998. Il settore dell’esplorazione spaziale era rimasto uno dei pochi in cui la cooperazione tra Russia e Stati Uniti e i loro alleati non era stata compromessa dalle tensioni per la guerra in Ucraina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli