Spazio, Parmitano ha ceduto il comando dell'Iss a Oleg Skripocka

Milano, 5 feb. (askanews) - Cambio di comando a bordo della Stazione spaziale internazionale. L'astronauta italiano dell'Esa e colonnello pilota sperimentatore dell'Aeronautica militare, Luca Parmitano, con una breve cerimonia, ha ceduto il comando della base orbitante al cosmonauta russo, Oleg Skripocka.

Prima di consegnare al collega le chiavi simboliche della Iss, Parmitano ha voluto ringraziare uno per uno i suoi colleghi d'equipaggio della Expedition 61-62, partendo dalle astronaute della Nasa, Christina Koch e Jessica Meir. Parmitano, con voce commossa, si è detto orgoglioso di aver potuto lavorare con loro e grato degli importanti risultati ottenuti dal suo equipaggio che ha operato con umiltà e spirito di servizio.

Giovedì 6 febbraio 2020 il rientro di Parmitano sulla Terra, dopo circa 6 mesi trascorsi in orbita per la missione "Beyond" dell'Esa, la sua seconda missione di lunga durata sull'Iss dopo "Volare" dell'Asi nel 2013.

Nel corso della missione "Beyond", Parmitano ha compiuto 4 attività extraveicolari per la riparazione e l'aggiornamento dell'Ams-2 (Alpha Magnetic Spectrometer), il cacciatore d'antimateria realizzato con un grande contributo italiano e il coinvolgimento dell'ex presidente dell'Asi, Roberto Battiston e portato in orbita nel 2011 dall'astronauta italiano dell'Esa e generale pilota sperimentatore dell'Aeronautica militare, Roberto Vittori, con la missione Da.Ma dell'Asi.

Queste 4 "passeggiate spaziali", assieme alle 2 della missione "Volare" hanno consentito a Parmitano di battere il record di permanenza all'esterno della Stazione spaziale internazionale con 33 ore e 9 minuti cumulativi.