Spazio, Parmitano dalla Iss a Mattarella: “Benvenuto a bordo”

Spazio, Parmitano dalla Iss a Mattarella: “Benvenuto a bordo”

Milano, 6 nov. (askanews) – Così l’astronauta italiano Luca Parmitano ha salutato dalla Stazione spaziale internazionale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un collegamento col Quirinale trasmesso in diretta dall’Asi.

Mattarella ha rivolto una serie di domande all’astronauta Esa, impegnato nella missione Beyond e attualmente comandante dell’Iss, su cosa si prova ad essere nuovamente nello Spazio e sull’importanza dei numerosi esperimenti scientifici che l’equipaggio sta svolgendo, in cui c’è tanta Italia.

“Nell’arco di 6 o 7 mesi parteciperemo a circa 300 esperimenti Circa 50 sono europei, 6 sono italiani con la partecipazione dell’Asi, di università e centri di ricerca” ha spiegato l’astronauta , citandone poi alcuni “uno importantissimo in cui abbiamo scattato milioni di foto ad alta risoluzione nell’ultravioletto”, “le piante che stanno crescendo in microgravità e il sistema per stampare in 3d organismi organici”.

Parmitano ha poi spiegato l’importanza e la difficoltà delle prossime attività extraveicolari, che riguardano “la riparazione dello spettrometro AMS-02 che sta cercando la materia oscura”, che ha una forte partecipazione italiana.

Mattarella ha sottolineato come tutto questo sia “grande motivo di orgoglio” per l’Italia, compreso il tricolore che spuntava dietro Parmitano, e poi l’importanza anche del “messaggio” che arriva dalla Iss. “Tante diverse nazionalità lavorino insieme sulla Iss fa pensare a quanto la Terra sia piccola e quanto sia insensato avere contrasti qui sulla Terra”.