Spazio, scoperta stella di neutroni più massiccia mai osservata -2-

Mgi

Roma, 17 set. (askanews) - La sua densità è dunque molto vicina al limite critico in cui la gravità ha finalmente la meglio sulle forze di repulsione atomiche creando un buco nero. La pulsar, parte di un sistema binario, era stata individuata nell'ambito di un progetto sulle onde gravitazionali (dato che si tratta di un oggetto di grande massa in rapida rotazione, è uno dei principali candidati per generarne) ed è stato possibile calcolarne la massa grazie alla presenza della stella compagna, una nana bianca.

La curiosità scientifica attorno alle stelle di neutroni non riguarda solamente l'esatto punto di transizione verso un buco nero (o meglio, lo stabilire se l'evidenza osservativa sia in accordo con la teoria fisica) quanto le proprietà materiali dell'oggetto come ad esempio il possibile comportamento dei neutroni come un "superfluido".(Segue)