Speranza all'ospedale Pertini, prima visita da Ministro

Bet

Roma, 26 nov. (askanews) - Sopralluogo questa mattina all'ospedale Sandro Pertini di Roma per il ministro della Salute Roberto Speranza, accompagnato dall'assessore alla Sanità e integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato, e dal direttore Generale della Asl Roma 2, Flori Degrassi. "È la prima visita a Roma in un ospedale pubblico per il ministro Speranza" ha detto l'assessore D'Amato salutando la presenza del ministro al quale ha spiegato quanto accaduto e cosa sta accadendo sul fronte della sanità del Lazio. "In questi mesi e in questi anni - ha detto - abbiamo lavorato per migliorare il sistema sociosanitario del Lazio partendo da una situazione di commissariamento" ha ricordato ripercorrendo il superamento del disavanzo e i risultati positivi sui Lea oltre che sulla chiusura in attivo di 6,5 mln di euro sull'ultimo bilancio "Vero che è la mia prima presenza da Ministro nel Lazio, ma anche la sua in un ospedale del nostro Paese" ha sottolineato spiegando il suo impegno sulla manovra di bilancio. Speranzo npn ha lasciato spazio a dubbi: "Bisogna cominciare ad investire nel servizio sanitario nazionale" perché "i soldi che si mettono in sanità non sono spesa pubblica, ma un investimento sulla salute delle persone". Il ministro ha ricordato che nel bilancio "abbiamo fatto una scelta di investire sul Ssn e lo rivendico, non accadeva da anni. Abbiamo messo 2 mld in più aul fondo sanitario nazionale e 2 mld sul fondo per edilizia sanitaria e abbiamo abolito il superticket. Il senso di questa manovra di bilancio ci dice che dobbiamo mettere al centro la salute" ha sottolineato.