Speranza, firmata ordinanza su nuove norme anti-Covid: i dettagli

mascherine chiuso ordinanza
mascherine chiuso ordinanza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza che entrerà in vigore a partire dal prossimo 1° maggio 2022 e che regolerà le nuove norme anti-Covid in Italia.

Mascherine al chiuso e Green Pass, Speranza firma ordinanza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza con la quale sono state indicate le nuove regole da seguire in materia di norme anti-Covid. Il testo entrerà in vigore a partire dal prossimo 1° maggio 2022.

Visionando il testo dell’ordinanza, è possibile constatare che il documento ricalca quanto già approvato in Parlamento nella giornata di giovedì 28 aprile con l’emendamento su mascherine e Green Pass. A questo proposito, se il Governo è apparso più flessibile rispetto alla certificazione verde annunciandone l’eliminazione, i dispositivi di protezione individuale anti-Covid saranno ancora in vigore in determinati luoghi e ambienti al chiuso.

Per quanto riguarda l’obbligo delle mascherine al chiuso, infatti, questo continuerà a essere valido fino al prossimo 15 giugno 2022.

Obbligo in vigore fino al 15 giugno 2022

L’obbligo della mascherina al chiuso fino al 15 giugno 2022 riguarda contesti specifici come trasporti, scuole, ospedali, cinema, teatri ed eventi sportivi.

In ambiente lavorativo, l’ordinanza diramata dal Ministero della Salute include una raccomandazione a proteggersi, a eccezione che non vi siano disposizioni interne imposte dall’azienda di riferimento.

Poco prima dell’approvazione dell’emendamento che ha influenzato il testo dell’ordinanza, il ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva dichiarato: “Sono personalmente soddisfatto. L’inizio di questa fase nuova è coerente con la responsabilità dimostrata dagli italiani che hanno imparato a convivere con il virus con grande consapevolezza. È un atteso messaggio di fiducia per i cittadini”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli