Speranza: in Italia 3,4 mln malati di tumore, pronti 3 progetti

Red/Cro/Bla

Roma, 24 ott. (askanews) - "Le persone che nel 2019 in Italia vivono dopo una diagnosi di cancro sono circa 3.460.000 (circa il 5,3 % della popolazione). Sono numeri che parlano da soli. Non può esserci alcun dubbio che in questo contesto la ricerca traslazionale svolge un ruolo determinante". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al Quirinale alla cerimonia annuale dedicata all'Airc.

Speranza ha poi aggiunto che sono stati finanziati tre importanti progetti strategici che partiranno il prossimo gennaio: "il primo investe i temi della percezione sociale del cancro: la predisposizione genetica a sviluppare un tumore non è entrata nel patrimonio conoscitivo della collettività che pur sapendo di essere ad alto rischio di ammalarsi, non fa una prevenzione adeguata. A breve partirà, negli IRCCS di Alleanza Contro il Cancro, uno screening con un nuovo test genomico a basso costo per caratterizzare tutti i tumori e comprendere quali pazienti si siano ammalati a causa di una predisposizione ereditaria. Questo test permetterà di curare meglio i pazienti e di avviare piani di prevenzione mirata nei familiari a rischio".(Segue)