Speranza: scuola in presenza fino a giugno in gialla e arancione

·1 minuto per la lettura
featured 1281521
featured 1281521

Milano, 16 apr. (askanews) – Per le riaperture il governo ha ideato “un percorso graduale che vedrà come elemento prioritario la salvaguardia della scuola”, l’idea è che da qui alla fine delle lezioni si possa in tutte le aree gialle e arancioni in presenza”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza in conferenza stampa col primo ministro Mario Draghi ha spiegato il piano del governo per le riaperture, che partiranno dal 26 aprile.

Priorità alle attività all’aperto. “In maniera graduale proveremo a riaprire ulteriori attività sociali e il principio che utilizzeremo in questa prima fase sarà il principio che nei luoghi all’aperto riscontriamo difficoltà singnificativa nel contagio”, ha detto Speranza, aggiungendo di continuare a comportarsi con cautela e attenzione proprio in vista della aperture.