Speranza: "Stop vaccini di Oxford dopo confronto con Germania"

·1 minuto per la lettura
Roberto Speranza
Roberto Speranza

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha commentato la sospensione dell’utilizzo del vaccino AstraZeneca spiegando che si tratta di uno stop di natura precauzionale: tutti coloro che hanno già ricevuto il siero non hanno dunque ragione di preoccuparsi.

Speranza sul vaccino AstraZeneca

Intervistato dal Corriere della sera in occasione dell’evento “Online Talk Sanità – Strategie per la Riforma del Sistema e Vincere la Pandemia“, l’esponente del governo ha sottolineato che la decisione dell’Aifa è emersa dopo una valutazione dell’istituto tedesco per i vaccini. Speranza si è infatti confrontato con i suoi omologhi d’oltralpe con cui ha convenuto di bloccare la somministrazione del siero, fiducioso che l’Ema possa “fornire tutti elementi di rassicurazione per consentirci di riprendere la vaccinazione“.

Questa la sua rassicurazione rivolta a chi ha già effettuato la vaccinazione con AstraZeneca: “Non ha ragione di essere preoccupato, questa è una pausa solo precauzionale. I vaccini sono e restano l’arma fondamentale con cui uscire da questi mesi difficili“. Il fatto che ci si fermi per fare una verifica, ha aggiunto, deve solo far aumentare la fiducia dei cittadini.

Speranza è anche intervenuto sulla situazione epidemiologica italiana spiegando che a incidere sul rialzo della curva è stata la variante inglese che ha una capacità di diffusione maggiore del 35-40% a livello europeo. Ora però il paese ha a disposizione strumenti che finora non aveva: “la curva del contagio si appiattisce con i vaccini, la svolta è vicina per guardare alle prossime settimane con ragionata fiducia“. Di qui l’invito ad accelerare la campagna di vaccinazione per chiudere una stagione così difficile.