Speranza: tutti i vaccini sono sicuri, governo sia unito in prudenza su riaperture

·1 minuto per la lettura
Il ministro della Salute, Roberto Speranza a Roma

ROMA (Reuters) - Tutti i vaccini anti-Covid messi in commercio in Europa sono sicuri, compreso quello di AstraZeneca, ha assicurato il ministro della Salute Roberto Speranza, che auspica di avviare presto la somministrazione del siero Johnson & Johnson, al momento sospesa.

Riferendo in aula alla Camera sulla campagna di vaccinazione, Speranza ha poi invitato il governo a essere unito sulle mosse da intraprendere per le riaperture delle attività in Italia, in modo da evitare di dover poi tornare sui propri passi. La linea rigorista di Speranza è da sempre contrastata dalla Lega, oggi al governo, e nei giorni scorsi si sono intensificate le pressioni affinché il ministro lasci il posto.

"AstraZeneca, come tutti gli altri vaccini messi in commercio in Europa è efficace e sicuro, salva la vita delle persone", ha detto il ministro.

Quanto al blocco nell'uso del siero Johnson & Johnson che doveva partire a metà aprile, il ministro ha detto: "Seguiamo in queste ore con massima attenzione i dati, auspico di avere presto elementi di chiarezza che ci consentano di usare il vaccino".

Martedì la Fda Usa ha sospeso l'uso del vaccino J&J per 6 eventi avversi su 7 milioni di somministrazioni.

Poi il monito del ministro alla cautela e unità: "Soprattutto nei prossimi due mesi dobbiamo muoverci con responsabilità, prudenza e accorta gradualità nelle riaperture [evitando] scelte azzardate che riporterebbero a chiusure. Dobbiamo dare un segnale di unità".

Speranza ha poi detto che il commissario per l'emergenza covid Francesco Paolo Figliuolo sta lavorando prudenzialmente sull'arrivo di 45 milioni di dosi di vaccino in Italia entro giugno. "L'obiettivo nel secondo trimestre è di somministrare la prima dose al target sopra i 60 anni".

(Francesca Piscioneri, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)