Sperimentazione animale: tavolo ministeriale diventa gruppo chiuso -2-

Cro-Mpd

Roma, 24 set. (askanews) - "Rispetto al tavolo istituito dalla precedente legislatura, aperto ad esperti di tutto il mondo, quello attuale è un gruppo chiuso dove i portatori di interessi non hanno pari diritti rispetto agli enti istituzionali e agli esperti, che non è chiaro in base a quali criteri siano stati scelti - evidenziano le associazioni - . In gioco ci sono questioni etiche e scientifiche, ma anche e soprattutto la salute pubblica, quindi chiediamo al neo Ministro della Salute Roberto Speranza di rivedere le procedure di istituzione del tavolo stesso, in modo che diventi davvero "uno strumento di civiltà" come dichiarato negli intenti iniziali e per l'Italia non resti un'utopia quella di potersi avvalere di una ricerca affidabile e sicura che possa uscire dalla sperimentazione animale, come già sta avvenendo in Olanda con il "Piano di transizione alla ricerca non animale" entro il 2025 e gli Stati Uniti che con l'Agenzia di Protezione Ambientale (EPA), proprio nei giorni scorsi, hanno pubblicato una "Direttiva per stabilire le priorità degli sforzi per ridurre i test sugli animali" entro il 2035. Quando sarà la volta per l'Italia?".