Spesa in quarantena: ecco come comportarsi

spesa quarantena

Fare la spesa in piena quarantena sta risultando davvero complicato per tutti. Tenere le distanze, presentare l’autocertificazione, fare la fila all’entrata, munirsi sempre di mascherine e guanti. Ecco come comportarsi per evitare possibili contagi.

Spesa in quarantena: come comportarsi?

Fare la spesa non è mai stato così complicato ed emozionante allo stesso tempo in questa quarantena. Se prima questa routine veniva vissuta noiosamente dalla maggior parte di noi, ora che il diktat è diventato “restate a casa, ad eccezione della spesa“, uscire per comprare beni di prima necessità è diventato un rito quasi liberatorio.

Le misure restrittive imposte però stanno mettendo a dura prova le nostre facoltà mentali, perchè tra autocertificazioni, file immense e occorrente sanitario per evitare contagi, anche quell’ora d’aria sta diventando un incubo e non si sa più come comportarsi.

Al supermercato

Per sapere correttamente come comportarsi, una volta arrivati al supermercato innanzitutto continuare a tenere le distanze è il primo passo. Pere viatre di toccare imballaggi o prodotti, meglio sempre disporre di mascherine e guanti protettivi

A tutto questo vogliamo aggiungere questi altri importanti consigli:

  • Stilare già a casa la lista della spesa
  • Dedicarsi all’acquisto dei generi alimentari una volta a settimana
  • Attenzione a evitare il contatto diretto con il denaro dato e ricevuto alla cassa.

Arrivo a casa

Una volta tornati alal propria abitazione, è cosnigliato disinfettare bottiglie di plastica, vetro e altri recipienti, perché secondo alcuni studi il coronavirus rimane “attaccato” 24 ore i cartonati, e ben 72 ore sulla plastica e sull’acciaio.

In conclusione, andrebbero disinfettate le superfici su cui abbiamo appoggiato le buste della spesa, e frutta e verdura lavate prima di disinfettarci le mani.