Spiagge sicure, Zaia: grazie al vice premier Salvini -2-

Bnz

Venezia, 22 lug. (askanews) - "Qualcuno con tanta faciloneria e il solito buonismo pensa che l'esercito di abusivi sulle spiagge debba essere tollerato per motivi umanitari e sia più che altro un fenomeno di quasi folclore - aggiunge il Presidente -. Lo dica ai commercianti, agli imprenditori, agli ambulanti regolari che lavorano tutto l'anno, pagano le tasse, si espongono a rischi di impresa e sono costretti a vivere la concorrenza di queste persone. Per non parlare dei massaggiatori e dei tatuatori abusivi, per il facilmente comprensibile rischio sanitario. Non si tratta di sprovveduti in cerca di sbarcare il lunario ma di pedine di una vera e propria organizzazione che agisce contro le nostre leggi". 

"Ringrazio il vicepremier Salvini anche a nome di tutti quegli operatori che sono maggiormente tutelati dai suoi provvedimenti in questo campo - conclude il Governatore -. Nel turismo c'è la stessa ragione d'essere di tanti nostri centri marittimi e ogni forma di azione che lo tuteli e lo protegga per noi rimane sempre vitale".