Spid, Gassmann e l''odissea': missione fallita, "ci riprovo"

·2 minuto per la lettura

Alessandro Gassmann alle prese con lo Spid. "Ho passato due ore con una persona gentilissima, direi un angelo, per cercare di ottenere il mio SPID ... una delle operazioni più difficili, complesse, misteriose mai esistite. Non ci siamo riusciti, riproverò... ma vi rendete conto della complessità di questa operazione?!!!!!!", scrive su Twitter l'attore. Ma a cosa serve e come si ottiene lo Spid?

Con il Sistema Pubblico d’Identità Digitale si può accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti, con una coppia di credenziali (username e password) personali. Sono oltre 4.000 le amministrazioni che lo utilizzano per identificare i cittadini ed erogare i propri servizi: può essere usato per l'iscrizione dei figli alle scuole primarie e secondarie, per accedere a pagoPA, il sistema di pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione. Effettuando il login si potrà accedere online all’anagrafe (sui siti dei Comuni che hanno implementato il sistema), ai servizi di Inps e di Agenzia delle Entrate (si può usare Spid per accedere al sito e presentare il 730 precompilato ad esempio).

Per richiedere le proprie credenziali Spid è necessario essere maggiorenni e seguire alcuni passaggi:

- Bisogna scegliere il fornitore: si tratta di Identity Provider accreditati che offrono diverse modalità di registrazione, gratuitamente o a pagamento. Sul sito Agenzia per l'Italia Digitale dedicato a Spid è disponibile uno schema semplificato con il confronto tra i servizi offerti dagli Identity Provider.

- Bisogna inserire i dati anagrafici: basta seguire il percorso sul sito dell'operatore scelto, inserire i propri dati e creare le credenziali Spid; serviranno carta d’identità o passaporto o patente (può essere necessario fotografarli e allegarli); tessera sanitaria con codice fiscale. Serve inoltre un numero di cellulare e un indirizzo mail.

- Effettuare il riconoscimento: Spid viene confermata soltanto dopo l'identificazione che può avvenire tramite webcam, di persona prendendo appuntamento presso uno degli uffici del provider, tramite firma digitale o utilizzando la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.