Spinning online per 70 Paesi nel Mondo...

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

High Fidelity ha visto più di 1500 iscritti che in 12 ore si sono dati al cambio su 12 ride. 70 i Paesi rappresentati nel Mondo, una decina i fusi orari, decine le lingue parlate, centinaia le città.

Questo è stato High Fidelity, powered by IMD, il primo evento online di Spinning riconosciuto da Madd Dogg Athetics Inc.

12 ore, 12 Master Instructor, 12 ride. Una vera e propria Spinning® marathon che ancora una volta ha creato connessioni in tutto il mondo della Spinning Community. “Costellazioni, non fuochi d’artificio. Questo è ciò che è bene desiderare. I fuochi d’artificio durano un momento. Le costellazioni durano per sempre”: E' stato questo il claim di Fispin durante tutto l'evento e la sua promozione, nella speranza di lasciare qualcosa di duraturo come le costellazioni e non estemporaneo come i fuochi d'artificio.

I Master Instructor che dalle 9 di mattina alle 9 di sera si sono alternati sul "palco" di Zoom sono stati: Andre Struik (Olanda), Barbara D'Onza (Italia), Peter Pastijn (Emirati Arabi), Eva Garcia (Spagna), Francesco Sivieri (Italia), Beppe Meglio (Italia), Polona Gosar (Slovenia), Robbie Ambrosini (Spagna), Rodrigo Vilches Riumallò (Cile), Martin Timmermann (Germania), Luciana Marcial-Vincion (USA) e Josh Taylor (USA).

Anche in questa occasione Fispin non ha tralasciato l'aspetto sociale e, seppur la partecipazione all'evento sia stata in forma gratuita, i partecipanti di ogni parte del mondo sono stati sensibilizzati a supportare la Cooperativa Sociale "Il Simbolo" con l'iniziativa "Ogni donazione un sorriso", pensato per rendere più accoglienti gli spazi del Day Hospital Oncoematologia Pediatrica di Pisa e coinvolgere i giovani pazienti in laboratori artistici.

Il nostro Comitato ASI Toscana Pisa e il settore ASI Fitness&Sport hanno patrocinato l'evento. Ancora una volta la Federazione Spinning ha dimostrato che lo sport non si ferma, che lo sport è in grado di instaurare legami che vanno oltre le distanze e che l'unione e la collaborazione sono degli elementi vincenti.

Fispin è riuscita nuovamente nell'intento di promuovere uno degli eventi sportivi più importati e con più partecipazione, tra tutti quelli proposti dal nostro Ente.

Barbara D'Onza, Spinning Master Instructor e Amministratore di Fispin SSD a RL: “High Fidelity è stato il primo evento ufficiale online di Spinning®, riconosciuto da Madd Dogg Athletics Inc. Non lo avevamo pensato come un sostituto di IMD inizialmente, ma poi tutto ci ha portato a viverlo come tale: dai master coinvolti, dal numero dei partecipanti, allo standard sia tecnico che tecnologico ricercato e dall’ansia provata!! Si perché anche questo evento ci ha regalato la stessa ansia dettata dalla voglia di fare bene, un been di cui però non ne avevamo piena consapevolezza e che in ogni caso avrebbe risentito di tutta una serie di variabili fuori dal nostro controllo! Prima fra tutte la linea internet! Ci ha emozionato la presenza delle 1500 persone che da tutto il mondo si sono collegate chi per una ride o chi per tutta la maratona; ci hanno emozionato i tantissimi Master Instructor che hanno pedalato insieme ai loro colleghi e insieme a tutta la Spinning® Community; ci ha emozionato tornare a vivere, seppure in maniera digitale, le emozioni che un evento globale può regalare”.

Francesco Sivieri: “Per me High Fidelity è stato un successo tecnico e tecnologico, un'esaltazione della professionalità dei Master Instructor.

Dal punto di vista tecnico non è stato facile tenere viva una conference di 12 ore con collegamenti provenienti davvero da tutto il mondo. I 12 master si sono collegati direttamente dai loro Paesi, dall’America all’Europa al Sud America. Piccoli intoppi erano inevitabili e d’altronde è il bello della diretta, ma con il supporto di tutti e di un ottimo lavoro dello staff di Fispin tutto si è risolto al meglio. Ci tengo a ringraziare davvero tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di High Fidelity, adesso non è il momento di fermarsi ma è il momento di continuare a pensare in grande e organizzare nuovi progetti, in attesa di poter tornare a pedalare insieme di persona”.

Leggi la news sul sito di Asi