Spinse bimbo sotto il treno, richiesta perizia psichiatrica

webinfo@adnkronos.com

L'uomo accusato di avere ucciso un bambino di 8 anni , spingendolo sotto a un treno alla stazione di Francoforte, sarà sottoposto a perizia psichiatrica. Lo ha annunciato la procura, che ha nominato un esperto per esaminare il quarantenne di origine eritrea e residente in Svizzera dal 2006, che si trova attualmente in carcere. L'uomo, il cui nome non è stato reso noto, è accusato di omicidio e tentato omicidio, dopo aver spinto il bambino e la madre sui binari, mentre sopraggiungeva un treno. La donna, di 40 anni, è riuscita a trarsi in salvo, ma il bambino ha subito lesioni fatali.  

L'uomo ha poi tentato di spingere sui binari anche una terza persona, una donna di 78 anni, che è però riuscita ad evitare la caduta. La polizia tedesca ha riferito che non c'era nessuna relazione tra l'uomo e le sue vittime.  

Il 40enne di origine eritrea viveva in Svizzera con la moglie e i suoi tre figli e si era recato a Francoforte pochi giorni prima dell'incidente. Le autorità svizzere hanno riferito che l'uomo aveva dei precedenti per violenze domestiche e dall'inizio dell'anno si era sottoposto a cure psichiatriche.