Spionaggio, Di Maio: "Espulsi due funzionari russi"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Ferma protesta del governo italiano e immediata espulsione dei due funzionari russi coinvolti nella vicenda che ha portato all'arresto di un ufficiale della Marina italiana. "In occasione della convocazione al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dell’ambasciatore russo in Italia - riferisce in un post su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio - abbiamo trasmesso a quest’ultimo la ferma protesta del governo italiano e notificato l’immediata espulsione dei due funzionari russi coinvolti in questa gravissima vicenda". E ancora: "Ringrazio la nostra intelligence e tutti gli apparati dello Stato che ogni giorno lavorano per la sicurezza del nostro Paese", conclude Di Maio.

"Si tratta di un atto ostile di estrema gravità e quindi abbiamo assunto immediatamente i provvedimenti necessari", ha poi dichiarato il ministri in riferimento alla vicenda illustrando in Senato le linee programmatiche del suo ministero. Per Di Maio, "i punti di riferimento dell’Italia restano: europeismo, atlantismo, multilateralismo". Il ministro si è poi soffermato, tra le altre priorità, su "Mediterraneo e l’Africa, rapporto con i grandi attori globali e regionali, internazionalizzazione e la promozione del Sistema Italia, valorizzazione degli italiani all’estero".