Spionaggio: il Qatar assolda haker in vista dei prossimi Mondiali

Il Sunday Times sgancia la bomba alla vigilia dei mondiali di calcio in Qatar. Secondo un'inchiesta del giornale inglese, giornalisti, avvocati e personaggi del mondo dello sport sarebbero stati spiati negli ultimi anni per proteggere la reputazione del paese ospitante.

Vittime illustri sono finite nel mirino degli haker. L'ex capo della UEFA Michel Platini sarebbe stato spiato proprio poco prima di essere interrogato dai magistrati per sospetta corruzione nell'assegnazione della Coppa del Mondo.

Anche la senatrice francese Nathalie Goulet, che ha accusato il Qatar di finanziare il "terrorismo islamico", rientra nel campo d'indagine,così come lo stesso Jonathan Calvert, giornalista del Sunday Times, che ha indagato sulle procedure di assegnazione del torneo.

I pirati informatici, indiani, avrebbero agito per conto del Qatar,che però nega ogni addebito. Una grana in più per un paese che è già nell'occhio del ciclone per la tragica morte nei cantieri di oltre 600 lavoratori sfruttati, impegnati nelle opere di costruzione dei grandi impianti che ospiteranno la competizione.