Spionaggio: Vito, 'basta ambiguità e superficialità con Russia anche in centrodestra'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 mar. (Adnkronos) – Basta ambiguità. Non possiamo aiutare Paesi che vogliono mettere in difficoltà l’operato di Draghi. Un episodio del genere non si ricorda dai tempi della Guerra Fredda. Premesso che c’è un’indagine della magistratura in corso e non abbiamo tutti gli elementi, la reazione della Farnesina conferma la gravità dell’accaduto. Così come l’arresto in fragranza da parte delle Forze dell’Ordine, previsto solo in casi particolari del codice penale". Così Elio Vito, deputato di Forza Italia e componente del Copasir, in una intervista a Formiche.net.

“In questi giorni -aggiunge- alcuni esponenti politici, purtroppo anche nel centrodestra, hanno rilasciato dichiarazioni superficiali. Penso alla campagna dei vaccini, a Sputnik V. Non possiamo permetterci ambiguità. Già a inizio legislatura il nostro Paese ha rischiato di assumere, per la prima volta dal dopoguerra, una postura non corretta in politica estera. Il governo Conte bis prima e Draghi ora la sta correggendo. È anche in questi frangenti che si vede se davvero c’è un governo di unità nazionale. Ripeto: l’Italia è un Paese fondatore dell’Ue e dell’Onu. Ben vengano le cordiali relazioni diplomatiche e gli scambi commerciali con la Russia. Purché non ci siano tentennamenti sul posizionamento europeo ed atlantico del nostro Paese. Ue e Nato sono i nostri alleati, punto”.

“Credo che dare l’impressione di fare l’occhiolino a Paesi che in Europa mettono in difficoltà l’operato del governo Draghi -conclude Vito- sia un grave errore, anche se dettato da ragioni interne".