Sport: Barelli, 'ristori finora non adeguati, alle società servono 2 miliardi'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 mar. – (Adnkronos) – "In Italia l'attività motoria e sportiva è garantita dalle oltre 70.000 società sportive che suppliscono all'assenza dello Stato e queste società non hanno più i soldi per proseguire l'attività. Così facendo lo sport si ferma. I ristori arrivati finora non sono adeguati". Così il presidente della Federnuoto, Paolo Barelli, ai microfoni de 'La politica nel pallone' su Gr Parlamento. "Servono almeno un paio di miliardi per curare le ferite di queste chiusure -aggiunge Barelli-. Urgono subito fondi e contributi veri alle società che gestiscono gli impianti, così potranno pagare affitti, bollette e fare manutenzione. Deve esserci la tutela della salute ma servono sostegni e ristori". "A titolo personale dico che bisogna fare tornare i giovani a fare sport e non lasciarli accalcati in strada, come ha fatto la Spagna", conclude il numero uno della Fin.