Sport: Dipartimento, 'una volta avviato campionato femminile pro trovi da sé risorse necessarie'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 mag. (Adnkronos) – "Il Fondo è finalizzato ad assolvere funzioni determinate dalla stessa legge, ed in particolare per il 2022: riorganizzazione e miglioramento delle infrastrutture sportive; reclutamento e formazione delle atlete, qualifica e formazione dei tecnici; promozione dello sport femminile; sostenibilità economica della transizione al professionismo sportivo; allargamento delle tutele assicurative e assistenziali delle atlete. In altre parole, il Fondo non è stato creato per sostenere le spese necessarie per consentire lo svolgimento di campionati femminili professionistici ma, come recita testualmente il nome stesso del fondo, per agevolare “il passaggio al professionismo e l’estensione delle tutele sul lavoro negli sport femminili”. Una volta avviato grazie anche al contributo statale, si assume che il campionato femminile professionistico trovi da sé le risorse necessarie". Così in una nota il Dipartimento per lo sport in merito a quanto emerso oggi al termine del Consiglio Nazionale del Coni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli