Sport: ecco Performance Italia, il progetto di Coni e Figc destinato agli staff tecnici (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “Sono io che ringrazio il Coni – sottolinea il Segretario Generale della Figc, Marco Brunelli – per l’affiancamento preziosissimo in questo studio. Non si possono raggiungere certi risultati senza un lavoro ‘oscuro’: l’Area Performance, il Club Italia e l’Istituto di Scienza dello Sport sono del resto delle eccellenze. Il programma in sé non è rivoluzionario, ma sicuramente molto ambizioso e soprattutto è innovativo l’obiettivo che si prefigge. Personalmente ho letto delle cose molto interessanti come il fatto che il grande lavoro svolto finora non ha diminuito gli infortuni, quindi bisogna fare altri passi per ridurre questo gap. La chiave di volta è proprio mettere a disposizione di tutti il risultato di questo studio basato su una serie di informazioni che possono interessare tutto il mondo sportivo”.

“Questo progetto – commenta Giampiero Pastore Direttore dell’Istituto di Scienza dello Sport – rappresenta lo spirito dell’Istituto di Scienza dello Sport del Coni, ovvero mettere a disposizione delle Federazioni le proprie conoscenze trasversali negli ambiti della metodologia dell’allenamento, della biomeccanica e della fisiologia dello sport per condividere e supportare i programmi di allenamento delle squadre Nazionali e la formazione dei tecnici di alto livello”. “Abbiamo collaborato con entusiasmo al progetto – aggiunge Mauro Vladovich, responsabile organizzativo del Club Italia – coinvolgendo gli staff tecnici, i calciatori e le calciatrici delle Nazionali con l’obiettivo di promuovere le metodologie di allenamento più all’avanguardia ad una base sempre più ampia.”

Performance Italia. 1) Tecnica dei movimenti specifici. Il calcio moderno si sta sempre di più proiettando verso un nuovo modello di prestazione, nel quale la velocità di gioco e di spostamento sono diventati determinanti. Tale incremento nella richiesta di intensità di gioco sta continuando a comportare problematiche dal punto di vista degli infortuni. L’approccio metodologico di prevenzione finora utilizzato non si è riflesso in una consistente riduzione dell’incidenza delle lesioni. Pertanto, viene proposto un approccio differente, basato sull’integrazione delle informazioni, sull’efficienza specifica, sull’analisi del modello di prestazione, sull’importanza del lavoro individualizzato e basato su evidenze scientifiche ponendo attenzione anche alle abitudini e agli stili di vita dei giocatori. Fondamentale, dunque, è l’addestramento della tecnica di spostamento, che consente di migliorare la capacità di sopportare intense sollecitazioni motorie. Al tempo stesso, tale addestramento rappresenta una forma assolutamente efficace nella riduzione degli infortuni e in particolar modo di quelli da usura a livello articolare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli