Sport in vacanza, gli italiani non vanno al di là del divano

Vis

Roma, 29 ago. (askanews) - Mesi e mesi di sforzi per arrivare preparati alla prova costume, ma in ufficio gli italiani ci tornano con la pancetta. Una ricerca di eDreams, che ha coinvolto 8.000 persone da Italia, Francia, Spagna, Regno Unito, Portogallo, Stati Uniti e Germania, rivela che gli italiani non sono capaci di rinunciare alle leccornie culinarie, soprattutto in ferie, e che questa è l'unica motivazione che li spinge a fare una corsetta per bruciare le calorie accumulate.

Secondo il sondaggio, quando parliamo di fare sport in vacanza i nostri connazionali, più degli altri viaggiatori, fanno movimento solo per potersi concedere qualcosa di più una volta seduti a tavola (38%), seguiti da tedeschi (37%) e francesi (35%). Però, nonostante non siano particolarmente attivi quando viaggiano, gli italiani (36%) più spesso di altri si fanno tentare dall'idea di provare sport estremi e misurarsi con i propri limiti fisici. Peccato che quest'idea non vada oltre l'asciugamano da spiaggia dal quale sognano queste esperienze, finendo per non concludere nulla. Ma nella gara degli accidiosi vincono sicuramente i cittadini del Regno Unito.

Infatti, il 67% di loro ha risposto che è un'ipotesi molto lontana quella di cimentarsi con sport come maratone, trekking estremi e gare di resistenza come l'Ironman. Al contrario, i più prestanti sono gli americani (18%), che dichiarano di essersi già dedicati a sport avventurosi in ferie.

(segue)