Sposo diabetico assume insulina economica per pagare il matrimonio

insulina economica

Josh Wilkerson aveva solo 26 anni e soffriva di diabete: per pagare il suo matrimonio aveva assunto dell’insulina economica che gli è costata la vita. Il medico gli aveva prescritto l’assunzione di ReilOn, ma come ha raccontato la madre al The Post, “non ha funzionato per il suo corpo”. Infatti, Josh è morto lo scorso 14 giugno, ma per una causa nobile: voleva risparmiare denaro per pagare il matrimonio. La sua fidanzata è una ragazza di 27 anni: insieme avevano programmato un matrimonio rustico per il prossimo ottobre. Le medicine a basso costo potevano aiutare la coppia a risparmiare in vista delle prossime spese.

L’insulina economica

ReilOn è la medicina prescritta dal medico a Josh: si tratta di un tipo di insulina umana economica che richiede un po’ di tempo per raggiungere l’efficacia dell’insulina analogica. Ad un costo di 1.200 dollari al mese risultava nettamente più economica della precedente e dunque vantaggiosa per Josh, che guadagnava soltanto 16 dollari e 50 all’ora. La madre, inoltre, ha spiegato che “quando si tratta di diabete di tipo 1, le persone si trovano ad affrontare decisioni impensabili – tra i costi della vita e le loro stesse vite”. La fidanzata di Josh, invece, lo aveva incoraggiato dicendo: “Ehi, sono $ 25. Possiamo farlo, e ci lavoreremo solo e proveremo a fare il meglio che possiamo”. Ma purtroppo il giovane ha perso la vita lo scorso 14 giugno.

La famiglia

La madre di Josh aveva già perso il marito a 38 anni sempre a causa del diabete di tipo 1. Inoltre, non era la prima volta che la copertura assicurativa americana impediva al figlio di ottenere i farmaci e le cure necessarie per la malattia. Una volta conseguito il diploma, infatti, Josh “non poteva permettersi la manutenzione o le forniture per la sua pompa per insulina, quindi ha dovuto tornare alle siringhe“. La mamma era preoccupata per l’aggravarsi del figlio. Una sera Josh era rimasto a dormire al canile e i suoi sintomi si erano aggravati. La seconda notte, mentre si trovavano al telefono, improvvisamente Josh smise di parlare e la madre si precipitò al canile per verificare le condizioni di salute del figlio. “Ricordo solo di avergli sbattuto la faccia, dicendo: Svegliati. Devi svegliarti”.

Il ricovero in ospedale

I medici che hanno ricovera Josh con urgenza hanno registrato un livello di insulina 17 volte superiore al normale. La madre racconta: “Il personale dell’ospedale non aveva mai visto una lettura della glicemia alta come quella di Josh”. Cinque giorni dopo è morto.”La cosa più triste è stata, quando gli è stato diagnosticato, e fino all’età di 18 anni, la sua assicurazione gli ha fornito la migliore e più recente assistenza disponibile”.

Il diabete e l’insulina economica

La storia di Josh mette in luce i gravi problemi che esistono negli Stati Uniti per coloro che soffrono di diabete. Nel 2002, infatti, i prezzi dell’insulina sono stati triplicati e migliaia di persone hanno dovuto acquistare quella più economica ma meno efficace. Nel prossimo futuro, però, gli scienziati potrebbero sostituire l’insulina con una sostanza più abbordabile economicamente ed efficace allo stesso tempo.