Spray al peperoncino in metro a Milano: chiusa la stazione di Cimiano

spray peperoncino metro milano

Allarme alla fermata della metro M2 di Milano poco prima delle ore 15 di oggi, venerdì 25 ottobre: 10 viaggiatori sono stati intossicati dallo spray al peperoncino. Da quanto si apprende dalle informazioni diffuse dalla Questura, l’autore di tutto ciò è ancora ignoto. L’episodio si è verificato a Cimiano pochissimi minuti prima delle 15 all’altezza dei tornelli. Sul posto, infine, sono intervenuti i medici del 118, i poliziotti, i vigili del fuoco, un’ambulanza e un’automedica. Tra gli intossicati ci sono anche quattro bambini. La stazione ha riaperto intorno alle ore 15:25.

Metro Milano: spray al peperoncino

Sono in corso le indagini per chiarire chi abbia spruzzato lo spray al peperoncino nella fermata della metro M2 di Cimiano (Milano). L’allarme è scattato dieci minuti prima delle 15 di venerdì 25 ottobre, quando era in corso anche lo sciopero del trasporto pubblico. I treni, nonostante la chiusura della stazione, hanno continuato a circolare senza però effettuare la fermata. La stazione è stata evacuata e la situazione è tornata alla normalità intorno alle ore 15:25.

I soccorsi

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i poliziotti e i medici del 118 per soccorrere le 10 persone intossicate. Si tratta di un bimbo di tre anni e tre bimbe di uno, sette e undici anni. Soccorsi anche una 13enne, una 14enne e un 15enne. Infine, sono rimasti intossicati anche due uomini di 55 e 56 anni e una donna di 33. Tutti presentavano gli stessi sintomi causati dal contatto con lo spray urticante: fastidio agli occhi e alle vie respiratorie. Fortunatamente, però, nessuno è stato ricoverato in ospedale.