Squid, importanti novità per l'aggregatore di notizie disponibile in 60 paesi

·1 minuto per la lettura
squid app
squid app

È già disponibile in oltre 60 paesi del mondo, ma in questo momento Huawei Browser sta potenziando il servizio di notizie Squid con l’implementazione di nuove categorie nella sua gamma di sezioni. Presto i milioni di utenti che già utilizzano l’app della tech company con sede a Stoccolma per informarsi su ciò che accade nel mondo potranno farlo anche tramite le sezioni Sport, Videro News, Podcast, Scienza e altro ancora, con Huawei Browser che fornirà agli utenti una navigazione Internet con alte prestazioni e ricerche immediate, con lo scopo di rendere l’esperienza dell’utente completa e unica.

Squid, l’app di notizie si arricchisce ora con nuove categorie

Grazie alla sua piattaforma online, Squid potrà fonire per il proprio servizio di informazioni un feed misto, al fine da garantire agli utenti sia gli aggiornamenti sulle notizie più importanti della giornata che la possibilità di poter leggere news su decine di altri argomenti. Tutto questo ricevendo notizie e informazioni dai principali network regionali, nazionali e internazionali in tempo reale.

A commentare i nuovi traguardi raggiunti da Squid ci ha pensato Johan Othelius, CEO e Founder della tech company made in Svezia: “Squid sta fornendo a Huawei Browser notizie interessanti e coinvolgenti dai principali editori di tutto il mondo. Gli utenti possono ora leggere notizie su una grande varietà di argomenti e non solo rimanere aggiornati con le ultime e più importanti notizie, ma anche ascoltare gli ultimi podcast o guardare video notizie”. L’app Squid è attualmente in rapida crescita in tutto il mondo, anche se il suo target di riferimento sono i millennial residenti in Europa e in America Latina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli