Squilla un telefono al concerto: Ezio Bosso rimprovera il pubblico

Squilla un telefono durante il concerto di Ezio Bosso ad Ancona

Squilla un telefono durante un concerto di Ezio Bosso e il Maestro riprende il pubblico. È successo ad Ancona, nella cornice del Teatro delle Muse. L’esibizione di Bosso assieme alla Filarmonica Marchigiana e l’oboista Francesco de Rosa è stata infatti improvvisamente disturbata dallo squillo di un cellulare. L’orchestra tutta si stava esibendo sulle note di Strauss, Beethoven e Mozart, incantando il pubblico di Ancona.

Ezio Bosso e il telefono durante il concerto

Il Maestro, visibilmente infastidito dall’interruzione, ha reagito prolungando la pausa. Una pausa molto lunga, all’incirca di un minuto, che già aveva fatto insospettire il pubblico. Alla fine dell’esecuzione, Ezio Bosso ha voluto parlare direttamente ai suoi spettatori, per far comprendere a tutti la sua disapprovazione. Bosso ha detto, rivolto alla platea: “È un vaso incrinato, è una emozione interrotta, è una bellezza che si scompone, peggio di una tela sfregiata. È come lo squarcio su un Caravaggio, solo che la tela si può riparare, la musica no“.

Le parole di Fabio Timperi

Bosso ha dunque accusato lo spettatore di aver guastato un’emozione. Sull’accaduto è intervenuto anche il direttore artistico della Form, Fabio Timperi: “In effetti è uno vero e proprio choc quando, nei momenti meno opportuni, arriva lo squillo del cellulare. Come Filarmonica delle Marche facciamo una media di 75 concerti l’anno e capita, fortunatamente sempre meno spesso, che dalla platea si innalzi distinto il trillare disturbatore”.

Timperi aggiunge anche: “Credo che questi episodi servano anche per educare. Sono episodi che capitano sempre con minor frequenza e la maggior parte delle volte sono coinvolte persone anziane che hanno poca dimestichezza con il cellulare. Non è un caso che squilli di cellulare non capitano mai durante le prove aperte agli studenti”.