Stadio Collana, la proposta per la trasformazione in centro vaccinale

·2 minuto per la lettura
Polo vaccinale
Polo vaccinale

In Campania, il presidente della V Municipalità Vomero Arenella ha suggerito la creazione di un nuovo polo vaccinale contro il coronavirus presso lo Stadio Collana, collocato al Vomero, quartiere collinare di Napoli.

Napoli, Stadio Collana proposto come polo vaccinale

Il presidente della V Municipalità Vomero-Arenella, Paolo De Luca, ha presentato una nuova proposta finalizzata a convertire lo Stadio Collana, situato al Vomero, in un centro vaccinale anti-Covid. A questo proposito, Paolo De Luca ha spiegato: «Al Collana ci sono gli spazi adatti per trasformare provvisoriamente la struttura in un hub di quartiere per le vaccinazioni. Con l’ok al vaccino AstraZeneca, i prossimi ingenti arrivi di Moderna, quelli già previsti di Pfizer e prossimamente di Johnson & Johnson, nonché la sperimentazione avviata su Sputnik si rende necessaria l’individuazione di spazi da utilizzare per la somministrazione».

L’inaugurazione dell’hub vaccinale alla Stazione Marittima

Nella giornata di sabato 20 marzo, a Napoli, è stato inaugurato il nuovo hub vaccinale adibito presso la StazioneMarittima, a piazza Municipio. Dopo il Vaccine Center istituito alla Mostra d’Oltremare, quindi, il capoluogo campano ha creato un nuovo polo vaccinale che si attesta, in questo modo, come il secondo della città.

L’hub vaccinale della Stazione Marittima è diventato ufficialmente operativo in occasione del weekend 20-21 marzo, durante il quale è stato somministrato esclusivamente il vaccino AstraZeneca. A questo proposito, nella mattinata del 20 marzo, sono stati convocati 400 aventi diritto impiegati in ambito scolastico e universitario mentre, nel pomeriggio, si è proceduto a somministrare il vaccino a 400 membri delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco. Allo stesso modo, si procederà nella giornata di domenica 21.

L’invito del presidente Paolo De Luca

L’apertura del nuovo hub vaccinale della Stazione Marittima ha portato il presidente della V Municipalità Vomero-Arenella a ribadire l’appello a favore della trasformazione dello Stadio Collana in polo vaccinale: «Apriamo lo Stadio Collana. Lì ci sono gli spazi esterni adatti per contenere e gestire le persone in fila, come la pista di atleticaadeguatamente protetta e coperta con struttura mobili e quelli interni, come le palestre, per vaccinare. Ipotizzando l’ingresso da piazza Quattro Giornate (Pansini) di farebbe la fila sulla pista di atletica per poi entrare nel blocco palestre con uscita su via Ribera. I flussi così non si accavallerebbero».

Le sperimentazioni del vaccino italiano ReiThera

Intanto, contemporaneamente all’inaugurazione del secondo hub vaccinale partenopeo, l’azienda ospedaliera di Casertaha fatto partire, nella giornata di sabato 20 marzo, le prime vaccinazioni sperimentali inerenti al farmaco ReiThera. Tra i volontari che hanno deciso di testare il vaccino italiano, figura anche lo scrittore Gianrico Carofiglio.