Stadio Roma, pm annuncia in aula chiusura ultima tranche

Nav

Roma, 16 gen. (askanews) - "Nei prossimi giorni definiremo, con il deposito degli atti, l'ultimo filone della vicenda". Ha detto così il pm Barbara Zuin davanti ai giudici dell'VIII sezione del tribunale di Roma, annunciando la chiusura di una tranche dell'inchiesta sulla costruzione dello stadio di Tor di Valle, per cui sono già sotto accusa 16 persone.

Secondo quanto si è appreso sono 10 le persone ancora al vaglio dei pubblici ministeri. Per diversi di loro potrebbe venir sollecitata la richiesta di archiviazione. Tra le posizione che dovranno essere definite ci sono quelle dei fratelli Pierluigi e Claudio Toti, che sono stati anche previsti come testi nel processo principale.

Altro nome noto è quello di Giuseppe Statuto, coinvolto in relazione ai progetti per l'ex stazione di Trastevere. Nel filone ancora aperto risulta indagato anche l'amministratore delegato di Acea, Stefano Donnarumma, accusato di corruzione per due sposorizzazioni, per complessivi 50mila euro, che la municipalizzata stanziò per i concerti di Natale del 2017 e 2018 e che si svolsero all'auditorium di via della Concilazione.