Stadio Roma, De Vito torna in libertà

webinfo@adnkronos.com

Torna in libertà Marcello De Vito, ex presidente dell’Assemblea capitolina, arrestato lo scorso marzo per corruzione nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma. Il tribunale ha infatti accolto una istanza del difensore di De Vito, Angelo Di Lorenzo. Per l’ex presidente dell’Assemblea capitolina il processo è stato fissato con rito immediato per il prossimo dicembre. 

Dopo tre mesi di carcere, De Vito aveva ottenuto i domiciliari a luglio dal gip. Sul suo arresto lo scorso agosto si era espressa la Cassazione che nelle motivazioni della sentenza che aveva annullato con rinvio la decisione del tribunale della Libertà aveva definito le accuse come "congetture" che non sarebbero dimostrate da "dati indiziari" in grado di dimostrare il loro collegamento con il "metodo corruttivo" promosso, secondo la Procura, dall'imprenditore Luca Parnasi. 

"Finalmente il mio corpo può ricongiungersi con il mio spirito che è sempre rimasto libero nonostante la mia condizione. Oggi posso affrontare il processo da uomo libero, con la serenità e la consapevolezza della liceità delle mie condotte e con piena fiducia nel processo e nella Magistratura", commenta De Vito.