Stampa cinese: TikTok andrà in borsa a Hong Kong (e non a New York)

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 apr. (askanews) - ByteDance, l'operatore cinese di TikTok, ha scelto di quotarsi a Hong Kong e non sul mercato Usa a causa delle tensioni politiche in corso con Washington. Lo afferma il giornale economico cinese Caixin, aggiungendo che il prospetto informativo sarà presentato nel secondo trimestre.

La compagnia cinese, il cui valore è stimato attorno a 300 miliardi di dollari sulla base delle quote commerciate privatamente, non ha voluto commentare le indiscrezioni riferite dal giornale.

La decisione di andare a Hong Kong - secondo Caixin - è stata assunta perché a ByteDance temono azioni ostili dai regolatori Usa, anche perché nella compagine proprietaria del gigante tech ci sono anche entità statali cinesi.

Attorno alla collocazione di ByteDance ci sono da tempo voci e informazioni contraddittorie. A ottobre sempre Caixin aveva rivelato che nel gruppo si stava considerando di fare uno spin-off di Douyin - la versione cinese di TikTok - per quotarla a Hong Kong, mandando a New York il resto del gruppo. Ma questo piano sarebbe stato messo da parte.

Se la valutazione di mercato di 300 miliardi di dollari dovesse essere confermato nella collocazione in borsa, ByteDance diventerebbe il terzo titolo quotato presso la borsa dell'ex colonia britannica come valore dopo Tencent Holdings (765 miliardi di dollari) e Alibaba (662 miliardi di dollari) e prima di Meituan (218 miliardi di dollari).

Nell'assetto proprietario di ByteDance, il 40 per cento è attualmente nelle mani di quattro grandi investitori Usa, tra i quali i fondi KKR e Sequoia Capital.