Stanchezza alla guida, rimedi e come evitare il colpo di sonno

stanchezza alla guida

Nemico micidiale alla guida, la stanchezza alla guida in auto è una della cause più frequenti di incidente stradale. Vediamo cos’è e come prevenirla.

Il colpo di sonno colpisce quando meno te lo aspetti e può avere delle conseguenze davvero drammatiche. Troppe volte davanti ad incidenti automobilistici senza una causa apparente, si tende ad archiviare l’evento come imputabile a semplici fuoriuscite di strada.

Spesso però, le motivazioni sono riconducibili a momentanei colpi di sonno del guidatore che, al risveglio, non è più in grado di controllare l’ auto.

In Italia si stima che il 22% degli incidenti stradali siano proprio dovuti a questa causa, quindi, non va assolutamente sottovalutata. Al contrario bisogna conoscerla molto bene per poterla anticipare e sconfiggere.

Prevenire il colpo di sonno è possibile perché ci sono dei sintomi che lo anticipano .

Cos’è la stanchezza alla guida

La stanchezza alla guida in auto può colpire in ogni momento. Per questo non va assolutamente sottovalutato.

Capire quali sono i sintomi quindi, può essere di grande aiuto nell’attività di prevenzione.

Sintomi premonitori tipici del colpo di sonno:

  • Bruciori agli occhi;
  • Frequenti sbadigli;
  • Oscillamento del capo;
  • Guida approssimativa (perdita di traiettoria, segnaletica confusa);

Nel caso presentate questi sintomi, fermatevi quanto prima. Una sosta con annesso un breve sonno di 30 minuti, può aiutarvi a superare il momento di difficoltà.

Cause colpo di sonno

Le cause del colpo di sonno possono essere molteplici e non per tutti uguali. Dipende da diversi fattori.

A seguire le principali cause di colpo di sonno:

  • Eccessiva stanchezza prima di mettersi alla guida;
  • Assunzione di farmaci che causano sonnolenza;
  • Assunzione di droghe o alcol, anche in minime dosi;
  • Lunghi tratti stradali;
  • Tragitti autostradali (lunghi rettilinei);
  • Alimentazione

Mangiare alimenti che richiedono uno sforzo notevole per la digestione porterà sonnolenza. Infatti, in questi casi, l’organismo preleva un maggior quantitativo di sangue agli altri distretti (cervello compreso) per portarlo all’apparato digerente.

Come evitarlo

Partiamo dall’alimentazione. Per evitare il colpo di sonno, prima di mettersi in viaggio dovranno essere banditi cibi grassi o elaborati (richiedono grossi sforzi digestivi). Via libera a riso, verdure, frutta e acqua.

No all’alcol, prima e durante il viaggio. Evitate anche il vino che oggi invece viene rivalutato nelle nostre diete.

Attenzione anche ai farmaci: molti hanno come controindicazione proprio la sonnolenza. Quindi è bene documentarsi attentamente prima di mettersi al volante.

Se dovete fare un lungo viaggio, il giorno precedente dovete riposare. Partire rilassati e in perfette condizioni fisiche, aiuta nella prevenzione del colpo di sonno.

Un’altra considerazione da fare è quella di evitare di stare in auto nelle ore più calde. Se proprio non potete fare a meno, usate il climatizzatore. Infatti chi guida in condizione di eccessiva temperatura ne soffre, ha riflessi più ritardati. Così, perdendo elettroliti con la sudorazione diventa meno attento e più facile vittima del sonno.

Il tutto senza esagerare, perché creando poi eccessivi sbalzi con l’esterno si potrebbero avere dei giramenti di testa quando si scende dall’auto.

Durante il viaggio, pensate bene di fare delle soste. Scendete dall’auto, fate una breve passeggiata e magari prendete del caffè (ma senza esagerare). Se vi accorgete di essere ancora stanchi allora fermatevi per dormire un po’. Anche solo mezz’ora di sonno può rimettervi in sesto.