Stanza al piano terra con wc chimico: la casa dove Maradona è morto. "Non lo meritava"

Silvia Renda
·Collaboratrice Social News
·1 minuto per la lettura
(Photo: Getty Images)
(Photo: Getty Images)

“La casa in cui si trovava era molto semplice, senza bagno. C’era un letto e un wc chimico. Diego non meritava di passare i suoi ultimi giorni così”. A parlare a El Clarin è Verónica Ojeda, ex compagna di Maradona. Il quotidiano argentino ha mostrato gli scatti della casa di San Andrés (Buenos Aires) dove il calciatore ha vissuto i suoi ultimi istanti di vita.

“Se fosse stato in un centro medico, se ci fosse stato un medico con lui, non sarebbe morto”, ha dichiarato l’avvocato della donna, Mario Baudry. Maradona invece era solo quel 25 novembre, dopo aver subito l’operazione al cervello, in un salotto al primo piano, trasformato in stanza da letto.

Nella casa era stato sistemato un wc chimico, perché Diego non riusciva a raggiungere il piano superiore, dove si trovava il bagno. Nelle foto si nota un arredamento spartano, con un televisore 32 pollici, un condizionatore e una poltrona.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.