Startup: con Gromia diventa smart e innovativa l’esperienza di chi vende e acquista casa

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 ott. (Labitalia) – C’è chi scorre annunci per ore, giorni, e chi invece spera che qualcuno riesca a leggere presto il suo. C’è chi si augura di vendere alla svelta e chi invece continua ad accatastare propositi e aspettative sulla casa dei suoi sogni. La vendita e l’acquisto di una casa spesso diventano motivo di stress e di inquietudine. Gli appuntamenti si prendono ancora al telefono, i contratti si compilano ancora a mano su carta copiativa, i costi per un servizio che agevoli chi vende e cerca casa sono alti e spesso ingiustificati, le città sono disseminate di negozi-vetrina con le foto degli annunci. Nonostante l’uso delle tecnologie abbia rivoluzionato vari settori, infatti, quello del mercato immobiliare rimane ancora uno dei pochi a non averne beneficiato. In questo scenario giunge in supporto Gromia, startup Proptech che grazie ad evoluti algoritmi di Machine Learning e di Intelligenza Artificiale rende il processo di vendita ed acquisto di una casa totalmente digitale, smart e trasparente.

Fondata nel 2015 da Fabio Salvo, Gromia rappresenta l'evoluzione delle vecchie agenzie immobiliari, una piattaforma tecnologica che aiuta i proprietari a vendere alle migliori condizioni di mercato, con notevole risparmio di costi e di tempo. “Ci occupiamo – spiega Fabio Salvo, founder di Gromia – dell’intero processo di compravendita a 360 gradi: fissiamo gli appuntamenti per organizzare le visite dell’immobile e ci occupiamo di tutte le pratiche documentali fino al rogito. Il tutto in digitale, senza sprechi di tempo e di carta”.

Con una crescita di oltre il 300% in soli 2 anni, Gromia attualmente è presente su Milano e Roma e ad oggi ha venduto più di 270 immobili e ha effettuato oltre 1.700 valutazioni, con oltre 60.000 utenti unici mensili che navigano sul sito in cerca di un immobile da acquistare o per vendere la loro casa. I tempi medi di vendita degli immobili gestiti da Gromia sono di 38 giorni, più che dimezzati rispetto alla media delle agenzie tradizionali. La rinuncia ai superflui negozi-vetrina contribuisce ad abbattere i costi fissi, vantaggio che viene ribaltato a beneficio dei clienti con costi di transazione pressoché dimezzati. Quanto risparmiato dagli inutili costi fissi viene investito massivamente in campagne digitali, grazie a cui Gromia riesce a raggiungere in media il 30-35% in più di potenziali acquirenti, a beneficio di minori tempi di vendita e di maggiori proposte. Infine Gromia, grazie a una pratica presa a prestito dal mercato nordamericano, riesce a massimizzare il prezzo di vendita di ogni immobile mettendo in competizione tra loro le offerte dei potenziali interessati e riuscendo così a garantire al proprietario un valore di realizzo dell’8-12% in più rispetto alle agenzie immobiliari.

Fin dalla sua fondazione, Gromia è stata guidata da una visione chiara: trasferire il vantaggio della tecnologia e del digitale al vetusto settore immobiliare. La proptech agency è infatti intermediario immobiliare di nuova generazione, che grazie allo sviluppo di algoritmi proprietari basati su Machine Learning, Intelligenza Artificiale e big data, rende il processo di acquisto e vendita di un immobile totalmente digitale e a portata di click.

Gromia e il suo team di ingegneri Data Scientist hanno sviluppato un'Intelligenza Artificiale che grazie a complessi algoritmi di Machine Learning e BigData, attingendo quotidianamente alle decine di migliaia di dati e informazioni presenti negli annunci immobiliari pubblicati online, riesce ad 'apprendere' e di conseguenza elaborare una stima molto precisa ed in tempo reale del valore di mercato di ogni immobile, basata sulle variabili legate alle caratteristiche di ogni casa, sia caratteristiche estrinseche quali la vicinanza al centro, alla metro o a un supermercato, sia intrinseche quali la superficie, il numero locali, lo stato conservativo, l'esposizione, il piano, e molte altre.

“Impieghiamo le nostre tecnologie e la nostra conoscenza del mercato per fornire le più accurate indicazioni di prezzo, per commercializzare al meglio gli immobili, e per trovare e selezionare i migliori potenziali acquirenti, riducendo il numero di visite al minimo, negoziando le migliori condizioni di vendita”, afferma Fabio Salvo.

La società Proptech ha deciso di investire massicciamente per rafforzare la sua presenza nelle principali città italiane ed ha appena lanciato un’importante campagna di recruiting per ampliare di circa 300 risorse il team dei suoi agenti immobiliari 3.0. Nel team di Gromia oggi lavorano 6 dipendenti e 20 agenti immobiliari 3.0 che lavorano totalmente in modo smart: non è infatti necessario andare in ufficio o andare a 'fare zona' suonando i citofoni rispettando rigidi orari lavorativi. Gli agenti lavorano in smart working senza orari e senza vincoli, possono utilizzare quando vogliono uno dei tanti uffici di cui Gromia dispone in ogni città, per incontrare i clienti e per le riunioni di team, compilano incarichi e proposte direttamente dal loro laptop e utilizzano la firma elettronica per la firma: sono agenti di nuova generazione e rappresentano quello che si definisce il nuovo agente immobiliare digitale.

“Abbiamo superato la consuetudine delle vecchie agenzie che costringono i loro agenti ad andare tutti i giorni in agenzia o a 'fare zona' con lunghissime giornate di 9-10 ore di lavoro. Da noi conta solo il risultato: dotiamo i nostri agenti di laptop e smartphone e loro possono decidere di lavorare dove preferiscono, senza vincoli di presenza e senza vincoli di orari. L’ufficio da noi è pensato solo per incontrare i nostri clienti”, spiega il co-founder di Gromia.

Gli interessati possono candidarsi sulla sezione del sito dedicata https://www.gromia.com/diventa-agente/ e compilare i form. “Siamo alla ricerca – afferma Salvo – dei migliori talenti. Non vogliamo selezionare semplicemente gli agenti immobiliari ma puntiamo a formare una nuova generazione di agenti 3.0 che abbiano un mindset imprenditoriale e che noi aiutiamo a raggiungere in breve tempo risultati da top performer”. Quali le sfide future? “Il nostro obiettivo – spiega Fabio Salvo – è quello di raddoppiare nel 2022 il numero di case vendute nel 2021 e diventare entro 5 anni leader di mercato in Italia”.