Startup: da videogiochi a 'Fatture in Cloud', a Digithon il successo è digitale

webinfo@adnkronos.com

Sviluppava videogiochi ed è diventato il 'pioniere' della fatturazione elettronica. Passando dall'ufficio nella cameretta all'università alla guida di un'azienda con 350mila clienti. E' la storia 'digitale' di Daniele Ratti, ventisettenne ingegnere informatico bergamasco e ad di 'Fatture in cloud', presente in questi giorni a Digithon, la maratona delle idee digitali in corso a Bisceglie.  

"E' nato tutto -racconta ad Adnkronos/Labitalia Daniele- in modo molto divertente. Io prima sviluppavo videogiochi e la mia idea era quella di sviluppare una 'software house' per lo sviluppo di videogiochi e applicazioni mobile. A un certo punto, mi sono scontrato con la fatturazione e la contabilità, nel senso che le cose andavano bene, dovevo emettere fatture, dovevo registrare fatture e mi accorgevo sempre di più che il mio lavoro si stava spostando dal core all'amministrazione. E questo non mi andava giù anche perché non riuscivo a trovare un software adatto alle mie necessità. E così ho inventato 'FattureinCloud'", spiega.  

"Poi -spiega ancora- ho visto che era utile per me stesso, ho visto che era utile per gestire la fatturazione e comunicare tutte queste informazioni al commercialista e ho deciso di aprire una beta pubblica a tutta Italia, ho deciso di investire tutto quello che avevo guadagnato in applicazione di videogiochi in marketing e pian piano questa idea è cresciuta sempre di più fino a diventare un'azienda".  

Un percorso che a questo punto incrocia quello di Teamsystem, società leader nelle soluzioni digitali che ha puntato sulla startup e che è sponsor di Digithon. "La cosa divertente è che quando Teamsystem ha investito su di noi ero ancora da solo e lavoravo nella mia cameretta, andavo ancora all'università all'ultimo anno di ingegneria informatica e il mio ufficio era la mia camera", ricorda. 

"Da quando sono entrati nel capitale si può dire che siamo diventati una vera e propria azienda, abbiamo preso il primo ufficio, i primi dipendenti. Sono tuttora ad di Fatture in Cloud, abbiamo 30 dipendenti, con 350mila clienti", continua.  

"Di fatto -spiega Ratti- noi offriamo un software di fatturazione alle aziende, ai professionisti e anche ai commercialisti che hanno anche la possibilità di accedere in tempo reale a tutte queste informazioni delle proprie aziende dematerializzando completamente la carta. Diciamo che siamo dei pionieri perché siamo arrivati 5 o 6 anni prima della fatturazione elettronica che poi naturalmente abbiamo cavalcato con grande orgoglio visto che abbiamo proprio anticipato i tempi".