Startup: Willeasy, prima piattaforma italiana per trovare eventi, hotel e ristoranti accessibili

·4 minuto per la lettura
Startup: Willeasy, prima piattaforma italiana per trovare eventi, hotel e ristoranti accessibili
Startup: Willeasy, prima piattaforma italiana per trovare eventi, hotel e ristoranti accessibili

Roma, 16 feb. (Labitalia) – Nasce Willeasy, la prima piattaforma italiana dedicata all’inclusione che intende coniugare innovazione e impatto sociale. "Willeasy – dice in un'intervista all'Adnkronos/Labitalia William Del Negro, ceo & founder Willeasy srl – è una startup tecnologica a vocazione sociale, il primo ecosistema digitale italiano a misura di inclusione che permetterà alle persone con esigenze specifiche di trovare gli eventi e le strutture compatibili con le loro necessità, come ristoranti, hotel e musei". "Tutto – racconta – è partito nel 2018 a Udine, dove ho fondato, insieme ad Ellen Nigris, Willeasy srl, una startup che ha lo scopo di coniugare innovazione e impatto sociale. L’obiettivo, infatti, è quello di dare vita al primo motore di ricerca per l’accessibilità in Italia. Uno strumento tramite cui favorire l’inclusione di tutti quei soggetti che spesso rinunciano a vivere un’esperienza di svago e divertimento poiché non trovano eventi e strutture, come ristoranti, hotel e musei, compatibili con le loro necessità. Ho sperimentato in prima persona la difficoltà nel ricercare luoghi adatti alle proprie necessità".

"Partendo – spiega – da questa mia esperienza personale e da una profonda analisi dei bisogni di altre persone con esigenze di accessibilità, osservando, anche, in modo critico progetti simili che non hanno avuto successo, ho pensato ad una soluzione al problema della mancanza di informazioni grazie alla tecnologia". "Il nostro progetto – sottolinea – è rivolto non solo a persone disabili oppure a soggetti in età avanzata, ma anche a viaggiatori con allergie e intolleranza alimentari, o animali, famiglie con bambini piccoli e donne in gravidanza. Nel nostro Paese sono 20 milioni le persone con esigenze specifiche e la maggior parte di loro rinuncia a fare un’esperienza, ad esempio una vacanza o una cena al ristorante, solo perché non trova le informazioni di cui ha bisogno. Per cercare di risolvere questo tipo di problematica, quindi, stiamo lavorando ad un’app che riesce a calcolare, attraverso un algoritmo proprietario, un punteggio di compatibilità individuale, legato alle specifiche esigenze del singolo e le strutture presenti nell’ecosistema, rendendo immediato, facile e sicuro per l’utente scegliere la migliore opportunità in relazione ai suoi bisogni".

"In questa fase di lancio – chiarisce – stiamo instaurando un rapporto di dialogo con aziende, attività commerciali e di ristorazione, enti pubblici, organizzatori di eventi e chiunque voglia rendere fruibili le informazioni relative all’accessibilità dei propri luoghi e servizi e alcune di loro stanno già sperimentando l’app". "L’analisi aggregata – commenta William Del Negro – delle ricerche effettuate dagli utenti, in base alle loro esigenze, può contribuire alla creazione di un database, il primo con dati oggettivi sull’accessibilità in Italia, a cui potranno accedere terze parti o i big del web delle prenotazioni on-line (come Booking.com, TripAdvisor e Google Maps), per migliorare i propri servizi ed implementare nuovi filtri di ricerca. Tramite la app Willeasy, raccogliamo dati oggettivi, strutturati e di qualità, che vengono frequentemente aggiornati e, poi, dati disponibili tramite Api key. Le modalità di rilevazione saranno molteplici: auto-rilevazione, rilevatori qualificati, utenti. Inoltre, è importante sottolineare come un’adeguata comunicazione dei dati di accessibilità della propria struttura o dei propri servizi potrebbe aiutare hotel, ristoranti, negozi a non perdere potenziali clienti ma acquisirne nuovi, fidelizzando quelli già esistenti, oppure a non ricevere recensioni negative e aumentare fatturato e margini".

"Le persone – osserva – stanno capendo l’importanza della nostra sfida, e per permettere loro di sostenerci abbiamo lanciato una campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe, unica piattaforma di crowdinvesting (equity crowdfunding, real estate crowdfunding e corporate debt) quotata a Piazza Affari. Vogliamo raccogliere fondi utili per finanziare lo sviluppo della tecnologia e impiegare gli altri capitali raccolti nella campagna, che terminerà entro fine marzo e che ha già raggiunto l’obiettivo minimo di 50mila euro, negli ambiti di risorse umane, ricerca e sviluppo, marketing e gestione della nostra azienda".

"La speranza più grande per il futuro – ammette William Del Negro – è sicuramente quella di diventare leader nella fornitura di informazioni sull’accessibilità di luoghi ed eventi grazie a un database in cui raccogliere costantemente dati oggettivi".

"Stiamo lavorando – riferisce – per continuare a instaurare relazioni produttive e partnership con realtà locali e nazionali, esattamente come accaduto con: CleanBnB, leader italiano negli affitti brevi online; con il Consorzio Lignano Holiday, patrocinato anche dal Comune di Lignano Sabbiadoro, per la mappatura delle strutture alberghiere della località turistica e l’integrazione con il portale web del consorzio; e con importanti imprese che offrono servizi immobiliari per lo sviluppo di un sistema di valutazione dell’accessibilità di immobili sia ad uso abitativo che residenziale".