Stati europei Oms approvano risoluzione contro Russia

Logo dell'Organizzazione mondiale della Sanià a Ginevra

GINEVRA (Reuters) - I Paesi membri della regione europea dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) hanno approvato una risoluzione che potrebbe portare alla chiusura della sede in Russia e alla sospensione delle riunioni nel Paese, in risposta all'invasione dell'Ucraina.

La risoluzione, sostenuta da Ucraina e Unione europea, è passata con 43 voti a favore, 3 contrari (Russia, Bielorussia, Tagikistan) e 2 astensioni.

I sostenitori della proposta la considerano un importante passo politico per isolare Mosca e si sono detti intenzionati a evitare ogni impatto di rilievo sul sistema sanitario russo. La risoluzione fa riferimento a una "emergenza sanitaria" in Ucraina, che riguarda l'enorme numero di vittime, oltre che il rischio legato a malattie croniche e infettive come conseguenza delle azioni militari della Russia.

L'inviato russo, Andrey Plutnitsky, si è opposto alla misura e si è detto "estremamente deluso".

"Crediamo che questo momento sancisca un danno enorme per il sistema di assistenza sanitaria globale", ha detto Plutnitsky.

Alcuni hanno criticato la risoluzione dell'agenzia, affermando che non farebbe abbastanza. I diplomatici hanno riferito a Reuters di aver rinunciato a sospendere la Russia dal comitato esecutivo dell'Oms a causa di tecnicismi legali, anche se i gli Stati potrebbero cercare di congelare i diritti di voto della Russia nel corso di un incontro fissato per le prossime settimane.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli