Stati generali, Boccia: territori protagonisti in fase 3

Cro/Ska

Roma, 15 giu. (askanews) - "Tempi brevi e certi. Risposte chiare: s o no; senza inutili perdite di tempo. Ogni impresa, ogni cittadino, deve conoscere i tempi di risposta per le autorizzazioni rilasciate da ogni amministrazione pubblica. La proposta vuole armonizzare le autorizzazioni amministrative di Stato, Regioni e enti locali, eliminando i tempi morti della burocrazia". questa la proposta contenuta nel Piano di Rilancio presentata a sindacati e enti territoriali dal ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, nel corso degli Stati generali in corso a Villa Pamphilj.

"Entriamo in una fase in cui i territori diventano i protagonisti di uno Stato veloce, in cui lavoreremo insieme e il raccordo con Regioni e enti locali sar costante e senza lungaggini burocratiche. L'impegno trovare un'intesa con i presidenti di Regione, Anci e Upi nel rispetto della leale collaborazione tra livelli istituzionali".