Stati generali, Conte: progetto coraggioso e condiviso per uscire da crisi

Gal

Roma, 13 giu. (askanews) - "Questo il momento non solo di continuare a seguire l'emergenza e le necessit pi immediate ma questo il momento di lavorare a un progetto chiaro per uscire dalla crisi. Un progetto coraggioso, condiviso, e ne dobbiamo anche approfittare per tramutare la crisi in opportunit per rimuovere tutti gli ostacoli che l'hanno frenata durante l'ultimo ventennio". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, aprendo i lavori degli Stati generali, "Progettiamo il rilancio".

"L'Italia da 20 anni fatica a tenere il passo delle altre economie avanzate - ha ricordato -. Il nostro Paese, infatti, sconta tassi di crescita del prodotto interno lordo e della produttivit che sono al di sotto della media europea e ha subto conseguenze negative pi intense di altri Paesi europei, le conseguenze della crisi finanziaria del 2009, nonch di quella dei debiti sovrani due anni pi tardi".

"Non possiamo quindi permetterci un ripristino della normalit. Lo shock prodotto dalla pandemia chiaro a tutti che porter una forte contrazione del pil ma di fronte a questo scenario il Governo gi intervenuto stanziando 80 miliardi e fornendo garanzie e moratorie significative per ingenti valori. In rapporto al PIL, lo sforzo messo in campo dal Governo secondo soltanto a quello realizzato dalla Germania", ha rivendicato il premier.