Stati generali, Conte: quadro incerto ma potenziale per crescita

Afe

Roma, 20 giu. (askanews) - "Questa una consultazione nazionale dedicata al piano di rilancio: un piano articolato in macro-obiettivi, linee di intervento e declinati in alcuni progetti specifici. Alcuni sono pi puntuali, pi circoscritti come raggio d'azione, altri si tratta di obiettivi di pi ampio raggio. Con cui intendiamo contribuire a realizzare il Paese che vogliamo, e abbiamo necessit di farlo perch siamo nel pieno di una pandemia che sta deprimendo il tessuto economico e sociale molto severamente. Voi conoscete le stime che le maggiori autorit europee e internazionali hanno diffuso. Dobbiamo confrontarci con uno scenario di grande incertezza ancora. Questa una variabile in questo momento per la crescita economica, che ci impedisce di avere contezza del quadro macroeconomico nei dettagli". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, aprendo la sessione di oggi degli Stati generali.

"La nostra convinzione - ha aggiunto - tuttavia che per il nostro Paese dobbiamo creare ora le premesse per poter consentire un recupero in termini di produttivit, di prodotto interno lordo. Siamo profondamente insoddisfatti dell'andamento di questi indici negli ultimi anni. Siamo sempre stati al di sotto della media europea. Riteniamo che il Paese abbia potenzialit di recupero superiori, di gran lunga pi elevate. Non siamo ancora riusciti a esprimerle, questo evidentemente per le carenze di struttura, dei vizi 'funzionali' che l'intero sistema Italia si porta avanti. Come superarlo? Questo crediamo sia il modo migliore".