Stati generali, partiti inviti per opposizione

webinfo@adnkronos.com

Sono partiti gli inviti alle forze di opposizione per gli Stati generali dell'economia, fortemente voluti dal premier Giuseppe Conte in chiave di 'rilancio' per il Paese. C'è attesa, ora, per la disponibilità del centrodestra, con Matteo Salvini e Giorgia Meloni che in queste ore hanno mosso dubbi e critiche sull'appuntamento a Villa Doria Pamphili, dove entrambi sono attesi nella giornata di venerdì. Intanto il premier Giuseppe Conte, tra domani e giovedì, continuerà a vedere i ministri, per poi fare il punto con le forze di maggioranza prima di 'trasferirsi' a Villa Pamphili per gli Stati generali. 

Sugli Stati generali, "non so ancora nulla, non so dove, come, quando e perchè, poi vado, per carità", ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite a 'Di martedì' su La7. "Parlerò con i nostri alleati, sono sicuro che si debba andare. Decideremo una linea comune e dovremo partecipare ad un appuntamento che, pur tardivamente, va nella strada che abbiamo indicato. Speriamo che stavolta l'ascolto non sia soltanto un atto formale", ha detto Silvio Berlusconi a 'Carta Bianca' su Raitre. "Non ho capito bene cosa siano. Se devo fare politica da parlamentare della Repubblica, gli stati generali si fanno in Parlamento", la battuta di Giorgia Meloni a Fuori dal coro.