Stati generali, Provenzano: no a contrapposizione pubblico-privato

Pol-Afe

Roma, 17 giu. (askanews) - "La contrapposizione tra pubblico e privato anacronistica e non aiuta, i fattori di perdita di produttivit hanno a che fare con il nostro sistema paese ed necessario muoverci tutti insieme per riformarlo, tutti dobbiamo cambiare". Cos il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, intervenendo a Villa Panphili dopo gli interventi dei rappresentanti delle associazioni imprenditoriali.

"Nel problema paese - ha aggiunto - c' un tema Sud su cui stiamo lavorando per avviare una vera e propria azione di sistema, a partire dall'attuazione del Piano Sud 2030. Un'attuazione che va avanti, proprio sul fronte impresa e lavoro, come con il credito d'imposta in ricerca e sviluppo, da accompagnare anche con misure transitorie come la fiscalit di vantaggio, che stiamo approfondendo proprio in questi giorni, provando a sfruttare una finestra di opportunit che si apre nello scenario europeo. La crescita da sola non basta - ha concluso Provenzano - occorre che sia di qualit. Noi con misure straordinarie stiamo facendo debito. Per onorarlo, verso le generazioni future, dobbiamo lasciare una societ e un'economia pi sostenibili"