Stati Uniti, 15enne ucciso a colpi di pistola in un parco di Brooklyn

sparatoria Brooklyn
sparatoria Brooklyn

Un ragazzo di 15 anni è stato ucciso in un parco di Brooklyn, trivellato da diversi colpi di pistola. La piaga delle armi da fuoco continua a mietere vittime, molto spesso giovanissime come in questo caso, negli Stati Uniti d’America.

Stati Uniti, 15enne ucciso a colpi di pistola in un parco di Brooklyn

Negli Stati Uniti si è consumata una nuova tragedia legata all’uso delle armi da fuoco. Un ragazzo di 15 anni è stato, infatti, ucciso a colpi di pistola in un parco di Brooklyn, il distretto più popoloso di New York. Il giovane si trovava, al momento dell’aggressione, seduto su una panchina di questo parco insieme a due ragazze.

La dinamica dell’aggressione: l’arrivo di due uomini incappucciati

I tre giovani si trovavano tranquillamente al parco quando, in maniera del tutto improvvisa, sono stati avvicinati da due persone incappucciate e con il volto coperto. I due hanno iniziato ad insultare il ragazzo. Dopo una breve disputa verbale, i delinquenti hanno estratto la pistola per colpire il 15enne allo stomaco. Il ragazzo ha perso la vita attorno alle ore 13 (ora locale) della giornata di ieri, 7 settembre, circa 15 minuti dopo che era uscito da scuola.