Stati Uniti, la maledizione della famiglia Kennedy

maledizione famiglia kennedy

La famiglia Kennedy è una delle più importanti famiglie degli Stati Uniti. Da sempre vivono una serie di drammi e tragedie familiari che hanno fatto pensare ad una vera e propria maledizione. Diversi membri della famiglia, infatti, sono morti giovani e in circostanze violente. Stando a quanto riportato dal sito tpi.it, il capostipite fu l’imprenditore e diplomatico Joseph P. Kennedy. Sposò Rose Fitzgerald nel 1914 dalla quale ebbe nove figli.

maledizione famiglia kennedy

La maledizione dei Kennedy

Il più celebre dei nove figli fu probabilmente John Fitzgerald Kennedy il 35esimo presidente degli Stati Uniti. JFK morì il 22 novembre 1963, assassinato da Lee Harvey Oswald durante una visita a Dallas, in Texas. Il presunto omicidia fu poi ucciso, due giorni dopo, prima che potesse essere processato. Nonostante gli anni, molti punti sull’omicidio di Kennedy sono ancora sconosciuti e troppe domande non hanno mai avuto risposta.

Robert Francis Kennedy, più noto come Bob Kennedy, fu ucciso a Los Angeles, in California, 5 anni dopo il fratello John, esattamente il 6 giugno 1968. La morte avvenne a poche ore di distanza dalla vincita delle primarie democratiche per la presidenza degli Stati Uniti. A sparargli fu Sirhan B. Sirhan, un immigrato di origine giordana. Viva l’ipotesi che il mandante fu il potente sindacalista Jimmy Hoffa.

maledizione famiglia kennedy

Tre tragedie aeree

Joseph Patrick, il fratello maggiore, morì invece nel 1944 a Suffolk, in Inghilterra. Fatale per lui fu una missione aerea nella Seconda Guerra Mondiale. Il suo aereo trasportava 10 tonnellate di Torpex, una miscela che esplose per errore durante il volo. Il corpo di John Patrick fu disintegrato: aveva solo 29 anni.

Un altro incidente aereo uccise Kathleen Agnes Kennedy. Si trovava nel sud della Francia, era il 1948: aveva 28 anni ma era già vedova. Suo marito William Cavendish, marchese britannico, morì in Belgio durante la Seconda Guerra Mondiale. I due si erano sposati da pochi mesi.

Rosemary, sorella di John e Bob, ebbe una vita difficile fin dalla nascita. Nacque dopo un travaglio lungo e difficile: per due ore rimase in debito di ossigeno all’interno del canale uterino. Per questo non riuscì mai a sviluppare delle capacità intellettive complesse. A 23 anni suo padre, che non sopportava più i suoi sbalzi d’umore, la sottopose a lobotomia. Rimase in stato semi-vegetativo per il resto della sua vita e morì nel 2005 a 87 anni.

maledizione famiglia kennedy

Ted Kennedy, fratello di John e Bob ed ex senatore dei democratici, nel 1964, mentre era a bordo di un volo privato, precipitò nella zona di Southampton, in Massachusettes. Morirono il pilota e un assistente: Ted trascorse mesi ricoverato in ospedale ma si riprese. Nel 1969, al rientro da una festa sull’isola di Chappaquiddick, finì in mare con l’auto. Morirono lui e la ragazza che lo accompagnava, Mary Jo Kopechne.

maledizione famiglia kennedy

I nipoti dei Kennedy

La maledizione dei Kennedy non risparmiò neanche i nipoti. Edward Moore, figlio di Ted Kennedy, rimase senza una gamba a 12 anni a causa di un tumore. David, quarto degli undici figli di Bob Kennedy, morì a 29 anni a causa di una overdose di droga. A 13 anni fu salvato dal padre prima di rimanere morire affogato. Era il 4 giugno 1968: qualche ora più tardi Bob morì assassinato a Los Angeles. Fu un evento troppo grande da sopportare per David che da allora iniziò a drogarsi. Morì nel 1984, ucciso dalla cocaina. Michael, il sesto figlio di Bob, morì nel 1997 a soli 29 anni in un incidente sugli sci ad Aspen, in Colorado.

John Fitzgerald Junior, noto anche come Jfk Junior, figlio minore di John F. Kennedy, morì nel 1999 in un incidente aereo al largo delle coste di Martha’s Vineyard, nel Massachusettes. Insieme a lui morirono la moglie Carolyn e la cognata Lauren Bessette.

Recentemente è morta 22 anni Saoirse Roisin Hill, nipote di Bob Kennedy: la causa è una sospetta overdose di droga.