Stati Uniti, ragazza morta per abuso di droghe: colpevole la genitrice

·1 minuto per la lettura
ragazza muore overdose madre
ragazza muore overdose madre

Una ragazza 14enne muore per overdose, la madre è stata arrestata perché colpevole di averle passato la droga. È quanto si apprende dai verbali della polizia della contea di Onslow, in Nord Carolina. La donna è stata arrestata dopo mesi di indagini.

Ragazza muore per overdose: colpevole la madre

Il drammatico incidente è avvenuto in Nord Carolina il 15 febbraio scorso. In un residence presso Midway Park, le autorità erano state chiamate a seguito della morte di una giovane ragazza. La giovane, di soli 14 anni, sarebbe morta a seguito di un’overdose di metanfetamine ed eroina. L’autopsia è stata chiara: la giovane è morta per abuso di droghe pesanti nel suo corpo. Quello che gli agenti non si sarebbero mai aspettati è stato scoprire che la dose letale le era stata data dalla stessa madre. E così la polizia della contea ha provveduto all’arresto della donna.

La madre pusher e i minorenni coinvolti

Nancy Kellum, donna di 37 anni, si è scoperto essere una pusher. Gli agenti hanno scoperto che la donna aveva rifornito di droga anche altri due minori. A farne le spese è stata, però, sua figlia. È stata l’autopsia ad incastrarla definitivamente. Nonostante diversi mesi di indagini, alla fine si è giunti alla verità. Kellum è stata, così, arrestata con l’accusa di omicidio verso la figlia adolescente. Un altro minorenne che aveva preso da lei il mix di droghe era anche un suo parente. Secondo gli agenti, la donna avrebbe confessato subito dopo l’arresto.