Stati Uniti, rilasciati senza cauzione i poliziotti che spinsero a terra un anziano

poliziotti-anziano

Accusati di aggressione ma subito rilasciati senza cauzione i due poliziotti che lo scorso 4 giugno spinsero a terra, ferendolo, l’anziano attivista 75enne Martin Gugino, attualmente ricoverato in ospedale in gravi condizioni. I due agenti sono nel frattempo stati sospesi dal servizio, anche se una volto presentatisi davanti al giudice hanno ribadito la loro innocenza. L’episodio in cui sono implicati è avvenuto nel contesto delle proteste che dalla fine di maggio stanno attraversando gli Usa a seguito della morte dell’afroamericano George Floyd.

Rilasciati poliziotti che spinsero anziano

L’episodio dell’aggressione al 75enne Gugino, avvenuta nella cittadina di Buffalo, è salito agli onori delle cronache dopo essere stato immortalato da un video poi divenuto virale sul web. Nel filmato si può infatti vedere come l’attivista si avvicini ai poliziotti con intenzioni pacifiche, salvo poi venire spintonato da questi ultimi. Perdendo l’equilibrio, l’anziano cade a terra battendo violentemente la testa sull’asfalto, a tal punto da far uscire del sangue dal suo orecchio destro.

Dopo essere apparsi in tribunale davanti a un giudice, i due agenti si sono però dichiarati non colpevoli venendo successivamente rilasciati senza cauzione. Poco tempo prima, 56 loro colleghi si erano dimessi volontariamente dal corpo di polizia come gesto di solidarietà nei loro confronti a seguito della loro sospensione dal servizio. I due poliziotti erano infatti stati sanzionati e accusati di aggressione ai danni dell’attivista 75enne, che al momento di trova ancora ricoverato in ospedale in gravi condizioni di salute.