Stati Uniti: verso il rimpatrio dei migranti haitiani, pronto un ponte aereo

·1 minuto per la lettura

L'amministrazione Biden sta per decretare l'espulsione di molte migliaia di migranti haitiani improvvisamente entrati a Del Rio, cittadina di confine tra il Texas ed il Messico, per ricondurli per via aerea nella loro terra d'origine.

Continuano ad arrivare agenti all'altezza del ponte internazionale sotto al quale sono stati accampati dopo essere entrati nel Paese.

Risposta senza appello

Il dipartimento della sicurezza interna ha dichiarato in una nota di aver già trasferito circa 2.000 migranti in altre località per poi ratificare il "foglio di via".

L'annuncio sancisce una risposta senza appello all'arrivo degli haitiani su un tratto di confine relativamente remoto, che non ha la capacità di contenere un numero così elevato di persone, circa 10.000.

Un funzionario statunitense ha reso noto di progressi nei negoziati con le autorità haitiane, che tuttavia non hanno ancora comunicato quanti voli di rientro vogliano o intendano accettare.

Non si passa!

Ovviamente, prima del rimpatrio tutti i migranti saranno testati per verificare la positività al coronavirus.

Nel frattempo, la dogana e la protezione delle frontiere americane hanno chiuso il traffico a veicoli e pedoni in entrambe le direzioni presso l'unico valico di frontiera tra Del Rio e Ciudad Acuña, in Messico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli