##Stato dell'Unione, Trump si autocelebra con occhio a elezioni -5-

Mos

Roma, 5 feb. (askanews) - Questo il tenore del discorso. Poco nulla sui suoi più implacabili nemici, i democratici, riguardo ai quali ha comunicato prevalentemente col linguaggio del corpo: per gran parte del discorso si è visibilmente diretto esclusivamente ai repubblicani, piegandosi in modo da non guardare il lato democratico dell'Aula. Tuttavia un cenno indiretto quando ha detto che non consentirà mai "al socialismo di distruggere la sanità americana". La stilettata appare soprattutto ai candidati più di sinistra alla corsa presidenziale, come Bernie Sanders.

Per quanto riguarda la politica estera e di sicurezza, Trump ha rivendicato lo stanziamento di 2.200 miliardi di dollari per i militari "al fine di salvaguardare la libertà americana", l'uccisione del leader dell'Isis Abu Bakr al Baghdadi, la lotta contro il terrorismo ("Il nostro messaggio ai terroristi è chiaro: non scapperete mai alla giustizia americana. Se attaccate i nostri cittadini, perdete la vostra vita"). Ha minacciato il presidente venezuelano Nicolas Maduro, promettendo che la sua "tirannia" sarà "schiacciata". Ha rivendicato l'accordo commerciale di primo livello con la Cina, contro la quale aveva imposto massicci dazi per "il massiccio furto di lavori americani" e, dopo il momento del confronto, ha affermato di avere ora con il presidente cinese Xi Jinping e Pechino "la migliore relazione di sempre".(Segue)